Forte Dailly

Opera fortificata della fortezza storica di St-Maurice

Il perché di una fortezza

St-Maurice è il portale Nord della trasversale alpina sull'asse del collegamento europeo dalla Franche-Compté al Piemont. Questo è anche il motivo determinante dell'importanza militare che questo passaggio obbligato ha sempre avuto per il rafforzamento del terreno.

La protezione di questa strettoia era assicurata sin dal 15 secolo dal unico castello fortificato. Durante i secoli successivi le fortificazioni vennero dislocate sulle alture e scaglionate in profondità. Nel ventesimo secolo, le fortificazioni si estesero praticamente dal lago di Ginevra fino al Gran San Bernardo e al Sempione. Troviamo infatti centinaia di fortezze e altre opere dotate anche di artiglieria protetta sotto roccia.

St-Maurice, con le fortificazioni di Sargans a Est e del San Gottardo a Sud, costituiva allora una delle grandi fortificazioni nazionali.

Tre generazioni di fortificazioni nella strettoia di St-Maurice

Il castello fu costruito in diverse tappe durante le guerre di Borgogna, dal 1476, quando le truppe alto vallesane conquistarono la cittadina di St-Maurice che divenne frontiera con il regno di Savoia e il cantone Berna.

La Svizzera, preoccupata per i rischi di un nuovo conflitto europeo, nel 1831, si preparò per difendere questo passaggio obbligato. Fortificazioni bastionate furono erette attorno alla strettoia, secondo i piani del futuro generale G.H. Dufour, con la missione di tenere il ponte sul Rodano.

Dopo tre fasi di costruzioni tra il 1892 ed il 1910 Dailly e Savatan possedevano insieme di 34 tubi di cannone di calibro 5,3cm a 15cm. Savatan era equipaggiato principalmente con cinque obici blindati da 12cm di tipo Schumann e Dailly con sei cannoni di 12 cm 1893 di tipo Krupp su una affusto di tipo St-Chamond. Le due fortificazioni possedevano anche 15 caserme sotterranee, mura di protezione e posti d’osservazione che erano collegati telefonicamente tra loro.

L’artiglieria a Dailly fu rafforzata nel 1940 con due cannoni di torre e dieci cannoni di campagna di 10,5 cm per l’impiego di 10 casematte sotto le rocce.

Il 28 maggio 1946 l’esplosione di 3 depositi di munizione distrusse una grande parte della fortificazione che in seguito fu quasi completamente ricostruita.

Dopo i lavori di progettazione dal luglio 1946 in poi, la commissione della difesa territoriale decise di costruire 2 cannoni di torre automatici di calibro 15 cm. Uno fu pagato con un prestito per lo studio di questo prototipi e l’altro con un prestito destinato alla ricostruzione della fortificazione. Con la ricostruzione della fortificazione dal 1948 in poi i dieci cannoni di campagna di 10,5 cm furono sostituiti da quattro cannoni di 10,5 cm.

Alcune indicazioni sul Forte Dailly

Date importanti

- Inizio di costruzione nel 1892
- Esplosione di 3 depositi di munizione e distruzione della fortificazione il 28 maggio 1946
- Ricostruzione dal 1948
- 1995 messo fuori servizio dell’armamento e utilizzazione della piazza d‘istruzione
  (Con l'eccezione della batteria "Dailly Nord", che fino a 1 gennaio 2000 senza equipaggio
   nell'aggiunta è restato)

Equipaggio

1 gruppo di fortezza typ B (totale: 29 uff, 101 suff, 485 sdt) / Equipaggio

(stato 1995)

· 1

· 1

· 1

· 1

stato maggiore (6 uff) / Comando di forte

compagnia di fortezza-fanteria (9 uff, 42 suff, 203 sdt) / Difesa esterno

compagnia di fortezza-artiglieria (7 uff, 25 suff, 125 sdt) / Fortezza-artiglieria

compagnia di fortezza-servizio (7 uff, 34 suff, 157 sdt) / Fortezza-servizio e logistica

Armamento
fortezza

(stato 1995)

 2

 1

 2

 4

 1

 4

17

cannoni torre blindata da 15 cm L 42 1958

fortress lanciamine (mortai) da 12 cm 1959 / 83
cannoni torre blindata da 10,5 cm L 52 1939

cannoni da 10,5 cm L 42 1939
cannone anticarro da 9 cm 1950 / 57

fortress lanciamine (mortai) da 8,1 cm 1956 / 60

mitragliatrici di fortezza 1951 / 80

Armamento
mobile

(stato 1995)

-

-

4

4

lanciamine (mortai) da 8,1 cm 1933

mitragliatrici 1951

Particolari

- Il forte ospita anche il posto centrale di tiro di gruppo

- Una funicolare sotterranea collega ancora oggi la forte di Dailly con la forte di Savatan. 
  Attraverso questa galleria, il forte Savatan rifornisce il forte Dailly di flusso elettrico
  e le unioni di telefono e Savatan riceve la sua acqua da Dailly.

Per il pubblico aperto

Galleria "Rossignol"
con 2 Batterie "Dailly nord"

A Cannone 10.5 cm 1939 L 42
B Magazzino di munizione
C Posto calcolo di tiro di batteria
D Esposizione di foto:
    Esplosione del 28.05.1946
E Museo storico

1 Cannone torre blindata
   15 cm 1958 L 42
2 Magazzino di munizione
3 Posto calcolo di tiro di batteria
4 Funivia Savatan - Dailly
   (Stazione superiore)
E Entrata

Home  /  ©  2013, Forteresse historique de St-Maurice /  Webmaster
Dernière révision 30.04.2014